Olinad Viaggi

Val Formazza e Le Cascate del Toce

VAL FORMAZZA E LE CASCATE DEL TOCE

Luglio


€ 50.00
ISCRIZIONE





Quota di partecipazione Euro 50,00


La quota comprende.
Autobus Granturismo
Guida con il gruppo per tutta la giornata
Assistente di Viaggio Olinad
Assicurazione

 

La quota non comprende:
Tutto quanto non espressamente indicato nella voce la quota comprende

 

ISCRIZIONI sul nostro sito: http://www.olinadviaggi.it oppure a Barbara 348 2728087

Sabato 30 Luglio 2022

VAL FORMAZZA E LE CASCATE DEL TOCE

 

Ciò che ha determinato la notorietà e la fama della Val Formazza insieme allo spettacolo delle montagne che che l'attorniano è stata certamente la cascate del Toce. "La Più Bella , la più poderosa fra le cascate delle Alpi", un salto d'acqua di 143 metri per un fronte massimo, alla base, di 60 metri.  Sulla sommità un fantastico punto d'osservazione è il balconcino in legno proteso sopra il salto d'acqua. Sulla Sommità, sorge il celebre albergo costruito nel 1923 e progettato in stile Decò dall'architetto Piero Portaluppi, uno dei massimi esponenti dello stile architettonico. Il Toce e la sua acqua non sono solo elemento di forte caratterizzazione del paesaggio formazzino: la forza idrica sfruttata a fini elettrici. È anche la più grande ricchezza della valle. Attualmente le acque del Toce vengono raccolte nel bacino di Morasco, a monte della cascata, e tramite una galleria e una condotta forzata raggiungono la centrale di Ponte dell'Enel per essere utilizzate nella produzione di energia elettrica.  Dagli inizi del 1930 le acque del Toce vengono utilizzate per la produzione di energia elettrica, per questo motivo, la Cascata del Toce è visibile nella sua maestosità solo per brevi periodi dell'anno.

Caratteristiche
La sommità del salto: 1675 mt.
Il piede del salto: 1532 mt.
Altezza del salto: 143 mt.
Reclinamento roccioso: 200 mt.
Fiocco d'acqua all'orlo: 20 mt.
La larghezza alla base: 60 mt.

 

Programma:

Partenza in prima mattinata con bus GT. Da Como. Arrivo a Domodossola e incontro con la guida. Proseguimento verso la Valle Antigorio: risaliremo tutta la valle, attraversando le località di Croco, famosa per le acque minerali e il rinomato “Crodino”, poi Baceno, con la sua bella chiesa romanica e infine Premia, nota per le sorgenti di acqua calda già conosciute al tempo dei Romani. Entreremo poi in Val Formazza, un tempo abitata dal popolo Walser, dove sono sorte le prime centrali idroelettriche a salto d’acqua d’Italia, tuttora esistenti e funzionanti. Faremo una sosta nella località di Ponte per una pausa caffè e proseguiremo poi fino a raggiungere poi alla sommità della Cascata, straordinario salto d’acqua di 153 metri di altezza. Ci fermeremo sopra alla cascata per ammirare il salto d’acqua dall’alto e per scattare le foto sul ponte in legno a sbalzo sul vuoto. Pranzo libero e tempo a disposizione per una bella passeggiata.

Nel pomeriggio ritorno a Domodossola per una breve visita guidata in questa città, che fu capitale della Repubblica Partigiana dell’Ossola. Rientro in serata.